Podere del Maro cibo bio

Il bilancio del primo anno di attività

A quasi un anno da quel giorno di luglio in cui il Podere del Maro ha ufficialmente iniziato il suo cammino come azienda, abbiamo deciso di condividere con voi le nostre impressioni sul lavoro compiuto, sui cambiamenti che si sono succeduti fino ad oggi e sulla nostra idea di azienda agricola.
L’agricoltura ci ha affascinato e poi ci ha guidato, non solo indicandoci la via per un mestiere, ma per un vero e proprio modo di vivere.
Il Podere è nato il 19 luglio 2018 con un orto rigoglioso, qualche decina di ulivi cultivar taggiasca e un ettaro di vigna di Vermentino. In solo un anno, ci ritroviamo ad avere esteso il nostro lavoro a ben 600 ulivi, 10 arnie, un ettaro di vigna, un frutteto di 4000 mq e quasi 2000 mq di piante officinali.
Cosa significa per noi essere un’azienda agricola innovativa, che risponda con efficacia alle sfide del futuro?
Significa avere ampie vedute, pensarsi come parte di un ingranaggio fondamentale per la vita sul pianeta e del pianeta stesso. Coltivare con rispetto e cognizione di causa, osservando, capendo e soltanto poi agendo. Organizzare momenti di incontro. Diffondere le proprie conoscenze ed esperienze. Porsi in modalità di ascolto verso il cliente, soddisfarlo e ringraziarlo.
Abbiamo cambiato etichette, progetti e decisioni in corso d’opera, ma non è mai venuta meno la voglia di impegnarci per realizzare il nostro progetto più grande: essere un’azienda agricola etica, libera da categorizzazioni e certificazioni, che cerca il contatto con il cliente e che a garanzia della qualità ci mette la faccia. Giorno dopo giorno abbiamo capito la reale importanza del nostro ruolo: come agricoltori ci spetta il compito, prima di altri, di custodire le risorse della Terra.
Le custodiamo e le coltiviamo con metodi artigianali, spesso manuali.

Matilde, Marco e Natale sono le persone che animano e fanno battere il cuore del Podere

La missione è soddisfare le esigenze alimentari ed economiche della nostra famiglia e di chi lavora con noi, ma anche diffondere un messaggio di cambiamento e speranza: vivere con gli altri e non contro gli altri è possibile, anche facendo impresa.
Aldo Bonomi dice: “ la sosteniblità passa per il limite” ed è per questo che rimarremo piccoli e ne andremo fieri!
Festeggiamo insieme un anno di cambiamento, siete invitati a partecipare alla presentazione del Vermentino 2018 che si terrà domenica 21 e lunedì 22 luglio. Qui il link alla pagina dell’evento.
Vi aspettiamo!
PREC.

HUMUS, non un semplice progetto di grafica

SUCC.

Agriturismo RistOro in Liguria

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.